Categorie
news

Letture per uomini starter pack 💝

Categorie
news

Basta femminicidi, stop alla violenza maschile!

Categorie
news

Ma ecco che arriva la stagione del sesso anale 💗

Categorie
news

Sono morte solo delle femmine si vede.

Categorie
news

La parola in caduta libera della donna

Da custode della vita e della bellezza a conformistica grancassa di dich iarazioni demenziali. Back to ragôut asap.

Categorie
news

Impara l’arte e mettila da parte.

Categorie
news

Festa del papà 2023.

Oggi penso al nostro primo Padre celeste, a San Giuseppe, al mio eccezionale padre in terra, a me stesso, ai miei figli e al
patriarcato, unico sistema funzionale di governo della società, abbandonato il quale la società stessa si é letteralmente sfasciata, senza guadagnarci in nulla.

I miei figli portano il mio cognome, e solo quello, per consentire a tutti di sapere prima chi è che si precipiterebbe a sfasciare le ossa di colui che facesse mai loro del male: per questo motivo, l’uso del cognome paterno va assolutamente, e senza alcun timore, conservato, nonostante le insensatezze costituzionali.

Tutti i padri, a partire dal Primo, sono sotto attacco da oltre un secolo, ma noi siamo uomini e difenderemo coloro che sono stati affidati alla nostra protezione o moriremo tentando di farlo: that simple.

Non è mai importante vincere o perdere, l’importante è solo diventare ciò che si é e fare ciò che si deve.

Auguri a tutti i papà e una preghiera al Padre di noi tutti: tieni sempre la tua mano su di noi e aiutaci a fare quello che dobbiamo fare, per la tua volontà.


  • 🔴 se hai bisogno di assistenza legale o personale (counseling), scrivimi ora su whatsapp al numero 059 761926 per prenotare il tuo primo appuntamento, anche tramite videocall, con me;

  • 😍 metti «like» adesso, se ti è piaciuto questo post; lascia un commento se vuoi dire la tua, risponderò volentieri; condividi liberamente, in qualsiasi modo, questo post se pensi che possa piacere o interessare a qualcun altro;

  • 🗨️ entra nelle community di mondo di uomini su telegram https://t.me/mondodiuomini e facebook https://www.facebook.com/groups/557437311539046

  • 📧 inserisci la tua mail ora qui sotto per iscriverti e ricevere gratuitamente i post di mondo di uomini, ricordati di dare conferma nella mail 👇

Categorie
news

Al lavoro e nel palazzo non ci devi mettere il razzo.

Il disagio maschile tocca una delle vette più alte quando lui si tromba la collega d’ufficio.

É una storia vecchia che però va in scena tutti i giorni all over the world.

É bellissimo per le prime due settimane, vai a lavorare così volentieri, perché sai che c’è una che puoi prendere e mettere in piega come una Ducati, tra la compilazione di un Excel e l’altro.

Ti rende così molto più facile sopportare tua moglie.

Solo che, dopo due settimane, massimo un mese, comincia a comportarsi anche lei come una moglie, che però non puoi lasciare a casa, ma sei costretto a vedere perché lavorate insieme.

Ma non è finita qui, ci sono due ulteriori tragedie in arrivo.

La prima sono le altre colleghe ancora.

Finch̩ non chiuderai la tua storia Рauguri Рcon la prima, si limiteranno a guardarti con aria sognante finto neutra, appena sarai riuscito, a prezzo di non sai nemmeno tu che cosa, a chiudere con la prima, cominceranno a farsi avanti, per farsi un giro anche loro.

Tu sarai così coglione che lo farai, ripetendo di nuovo l’intero ciclo: due settimane in paradiso, mesi d’inferno.

La seconda tragedia é la collega che non vuoi chiavare perché non ti piace. Non lavori in una casa di moda e non tutte le tue colleghe possono essere piacenti.

Lei se la legherà al dito e diventerà la tua stalker. Tu pensi che sia una cosa da ridere e invece saranno razzi amari, la degna conclusione degli errori che hai fatto a valanga.

Lascia stare le colleghe.

See you down the road.

Categorie
news

Il bambolotto di cui sentivamo la mancanza.