Categorie
news

Al lavoro e nel palazzo non ci devi mettere il razzo.

Il disagio maschile tocca una delle vette più alte quando lui si tromba la collega d’ufficio.

É una storia vecchia che però va in scena tutti i giorni all over the world.

É bellissimo per le prime due settimane, vai a lavorare così volentieri, perché sai che c’è una che puoi prendere e mettere in piega come una Ducati, tra la compilazione di un Excel e l’altro.

Ti rende così molto più facile sopportare tua moglie.

Solo che, dopo due settimane, massimo un mese, comincia a comportarsi anche lei come una moglie, che però non puoi lasciare a casa, ma sei costretto a vedere perché lavorate insieme.

Ma non è finita qui, ci sono due ulteriori tragedie in arrivo.

La prima sono le altre colleghe ancora.

Finché non chiuderai la tua storia – auguri – con la prima, si limiteranno a guardarti con aria sognante finto neutra, appena sarai riuscito, a prezzo di non sai nemmeno tu che cosa, a chiudere con la prima, cominceranno a farsi avanti, per farsi un giro anche loro.

Tu sarai così coglione che lo farai, ripetendo di nuovo l’intero ciclo: due settimane in paradiso, mesi d’inferno.

La seconda tragedia é la collega che non vuoi chiavare perché non ti piace. Non lavori in una casa di moda e non tutte le tue colleghe possono essere piacenti.

Lei se la legherà al dito e diventerà la tua stalker. Tu pensi che sia una cosa da ridere e invece saranno razzi amari, la degna conclusione degli errori che hai fatto a valanga.

Lascia stare le colleghe.

See you down the road.

Rispondi